Negatività e Malocchio: cosa sono e come proteggersi


Che cosa si intende per negatività?

Ogni essere vivente possiede, oltre il corpo fisico, un sistema energetico detto AURA, che ha la funzione di protezione e di mantenimento dell’energia vitale. Se il sistema energetico per qualche motivo si è indebolito, quando veniamo in contatto con le energie negative, possiamo sentirne maggiormente gli effetti e subirne le conseguenze, che si manifestano nella realtà fisica creando intoppi e fastidi più o meno gravi. L’antico MALOCCHIO è forse il tipo di negatività più conosciuto e probabilmente sperimentato da tutti ed è prodotto da PENSIERI e PAROLE e SENTIMENTI negativi.


Come nasce l’energia negativa?

Esistono vari tipi di energia negativa che possono provenire da antichi traumi, blocchi emotivi non risolti, modalità comportamentali scorrette, oppure si possono riscontrare negli ambienti dove trascorriamo molte ore della giornata che, per motivi diversi, possono essere contaminati energeticamente o disarmonici. In alcuni casi può scaturire anche dal contatto frequente con persone con carenza di energia che, intenzionalmente o del tutto inconsapevoli, assorbono la nostra abbassando notevolmente la nostra forza vitale (i cosiddetti VAMPIRI ENERGETICI).


Tutte le emozioni umane negative (risentimento, invidia, ira, gelosia, rancore, odio, etc) producono FORME PENSIERO negative che, alimentate da questi sentimenti, attraversano il piano eterico, si materializzano prima sul piano emotivo poi su quello fisico, disturbando e portando disarmonia al nostro sistema energetico e manifestandosi sul piano fisico sotto forma di difficoltà, impedimenti, ostacoli.

Ciò significa che TUTTI siamo potenziali generatori di MALOCCHIO.

Queste forme pensiero negative tendono a produrre disarmonia in corrispondenza dei centri energetici principali (chakra), che in un particolare momento possono risultare più deboli, quindi più esposti. Ad una visione chiaroveggente, si presentano con variazioni o blocchi del naturale flusso energetico, visibili come zone oscure oppure con colori opachi, segni indicatori di un’energia stagnante.

<